Il rapporto con la fotografia inizia negli anni dell'adoloscenza, e devo ammettere che è  stato fin da subito un rapporto travagliato, di odio e di amore. Si perché, come ogni rapporto che si rispetti, è fatto di conquiste, di fallimenti e di rivincite, in un continuo mettersi alla prova e voglia di superarsi. È questo per me la fotografia. Una sfida. Un voler andare sempre oltre, nel cercare di raccontare il mondo in un modo del tutto personale. Non mi accontento mai, perché voglio ottenere sempre di più. È ricerca, studio, sperimentazione. Mi permette di esprimermi, di comunicare quello che vedo e cosa sto provando. È un racconto, di me, del soggetto di ciò che sentiamo uno di fronte all'altro. È il matrimonio tra logica e sentimento, nel momento in cui mi trovo con la fotocamera in mano con il dito sul pulsante pronta a scattare. In quel momento i due aspetti si fondono e tutto viene da se, naturalmente. La ringrazio, la fotografia, perché è il mezzo che mi permettere di esprimere la bellezza che vedo e che mi regala emozioni che posso custodire per sempre nel tempo.
 
Mi sono diplomata all'istituto europeo di design di Torino. Ho lavorato diversi anni in un agenzia pubblicitaria come fotografa e grafica. Ho frequentato, e ancora frequento, diversi workshop di importanti fotografi del panorama attuale in giro per l'Italia.